La storia di un popolo tra fede e folklore

Patrimonio storico umano e culturale. Il folklore in Abruzzo è questo. Non a caso Gramsci scriveva: “non una bizzarria, non una stranezza, una cosa ridicola, il folklore in Abruzzo è una cosa seria”.

Per tutti gli abruzzesi il folklore è un modo di rivivere la propria storia, è un modo di conoscere la propria gente, è un modo diverso di emozionarsi.

Le tradizioni popolari abruzzesi sono note in tutto il mondo per aver attraversato secoli mescolando il sacro al profano senza mai smettere di educare intere generazioni all’appartenenza, all’amore per la propria terra, all’attaccamento alle proprie origini, alle proprie credenze.

Non un elemento pittoresco dunque, il folklore va interpretato come concezione alternativa del mondo e della vita.

Oggi, a distanza di tempo, gli eventi legati al folklore rimangono inalterati nello spirito e nell’essenza, manifestazioni di giubilo e festa che fortificano la comunità nel profondo del proprio tessuto sociale, anno dopo anno, ricorrenza dopo ricorrenza.

Impossibile elencare tutti gli eventi folkloristici abruzzesi.

Ogni città, ogni provincia, ogni paese, ogni contrada, ogni singolo borgo ha le sue feste, le sue rievocazioni, il suo patrimonio da custodire.

Credenze popolari, riti pagani, pratiche magiche, ricorrenze storiche o religiose, ognuno ha la storia da celebrare.

L’intera comunità è chiamata a partecipare attivamente per rendere viva la propria tradizione. Fiumi di persone si riversano nelle piazze, per le strade, tra i vicoli ostentando il proprio santo, il proprio feticcio, il proprio credo.

Spesso questi eventi, a seconda della zona e della tradizione, durano per interi giorni attirando in Abruzzo migliaia di turisti da tutto il mondo.

La Notte dei Faugni di Atri, la festa dei serpari di Cocullo, i Trionfi di Teramo, la Giostra cavalleresca di Sulmona, sono alcune delle manifestazioni folkloristiche più importanti che si celebrano in Abruzzo. Occasioni speciali in cui, ovviamente, non mancherà modo di apprezzare la cucina tipica, il vino e la compagnia verace e spontanea degli abruzzesi.

Se siete in vacanza a Colleveroni non dimenticate di munirvi del programma con tutti gli eventi e, per qualsiasi informazione, ricordatevi che Hizia e Massimo sono sempre a vostra disposizione.